Cannabis nella dermatologia

Le applicazioni della cannabis nella dermatologia sono molteplici. Nonostante non siano ancora stati condotti studi clinici direttamente sulla psoriasi, gli effetti antiproliferativi dei cannabinoidi e dell’Anandamide sui cheratinociti (cellule della pelle) suggeriscono che il Sistema Endocannabinoide sia coinvolto nell’eziologia della psoriasi. (50)

I fitocannabinoidi come il THC, il CBN, CBD e CBG inibiscono la crescita di una linea cellulare di cheratinociti umani in iperproliferazione (proprio come nel caso della psoriasi). (51)
Altri studi hanno confermato la capacità dei fitocannabinoidi di inibire la proliferazione epidermica delle cellule della pelle. (52)

Per quanto riguarda il melanoma, studi del 2006 hanno rivelato che gli attivatori dei recettori cannabinoidi diminuiscono la crescitaproliferazione, angiogenesi e metastasi del melanoma umano sia in vitro che in vivo, rivelando potenziali effetti benefici del Sistema Endocannabinoide in questo tipo di cancro. (53) Infine, l’applicazione topica di Adelmidrol, un analogo della PEA (endocannabinoide), ha dimostrato efficacia nel trattare la dermatite atopica, diminuendo l’attivazione dei mastociti e i correlati effetti infiammatori. (54)

Vuoi diventare o Serere?