Cannabis e patologie cardiovascolari

Si è ormai accumulata sufficiente evidenza scientifica da studi preclinici per sostenere l’efficacia e la correlazione tra cannabis e patologie cardiovascolari. I fitocannabinoidi potrebbero esercitare effetti benefici nelle malattie cardiovascolari, metaboliche e nelle malattie di fegato e reni.

In particolar modo il Cannabidiolo (CBD) risulterebbe benefico per proteggere dai danni causati dall’ischemia del miocardioinfarti, aritmie cardiache, ictus neonatale ed ad aiutare il recupero delle funzioni cognitive in seguito a questi traumi o in seguito ad ipossia neonatale. (55) ; (56)

Vuoi diventare o Serere?